L'assegno di invalidità - requisiti e informazioni utili

È una prestazione economica, erogata a domanda, in favore dei cittadini italiani con capacità lavorativa ridotta a meno del 33% a causa di infermità fisica o mentale.

A CHI SPETTA
Hanno diritto all'assegno di invalidità i lavoratori:
  • dipendenti;
  • autonomi (artigiani, commercianti, coltivatori diretti, coloni e mezzadri);
  • iscritti ad alcuni fondi pensioni sostitutivi ed integrativi dell’assicurazione generale obbligatoria.


REQUISITI
Sono richiesti:
  • riduzione della capacità lavorativa a meno del 33% a causa di infermità o difetto fisico o mentale (non sono note modifiche a questo supporto sociale da parte della manovra Monti di Dicembre 2011);
  • almeno 260 contributi settimanali (cinque anni di contribuzione e assicurazione) di cui 156 (tre anni di contribuzione e assicurazione) nel quinquennio precedente la data di presentazione della domanda.
Non è richiesta la cessazione dell’attività lavorativa.

LA DOMANDA
Scarica qui il modulo di domanda:
Puoi presentarla:
  • presso un Patronato riconosciuto
  • direttamente presso la sede Inps
  • via raccomandata A/R

QUANDO SPETTA
L’assegno di invalidità viene corrisposto a partire dal 1° giorno del mese successivo a quello in qui è stata presentata la domanda.

Può sommarsi ad eventuale attività lavorativa ed è valido per 3 anni. Prima della scadenza è dovere dell'interessato presentare nuova domanda. Dopo 3 riconoscimenti consecutivi viene confermato automaticamente. L'assegno ordinario di invalidità, al compimento dell'età pensionabile e in presenza di tutti i requisiti, viene trasformato automaticamente in pensione di vecchiaia.

QUANTO SPETTA
L’importo viene determinato con il sistema di calcolo:
  • retributivo, se il lavoratore può far valere almeno 18 anni di contributi al 31.12.1995;
  • misto (una quota calcolata con il sistema retributivo e una quota con il sistema contributivo) se il lavoratore alla data del 31.12.1995 non può far valere 18 anni di contributi;
  • contributivo, se il lavoratore ha iniziato l’attività lavorativa dopo il 31.12.1995.

APPROFONDIMENTI
Questa pagina non può ritenersi completa. 
Aggiornamenti, informazioni riguardo la cumulabilità con altri supporti sociali o redditi e altre informazioni più dettagliate possono essere richieste GRATUITAMENTE al più vicino ufficio INPS o ad un Patronato riconosciuto. Potrebbe essere utile anche una visita al sito dell'Istituto Nazionale per la Previdenza Sociale.

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...